Il cambio Euro – Dinaro Tunisino

Strumenti di conversione Euro su Dinaro Tunisino

Prima di tutto, uno strumento “generico”, che fornisce un valore medio sulla precedente chiusura del mercato delle valute.

Qui sotto uno strumento in tempo reale

Andamento del cambio 2018 – 2019

cambio euro - dinaro tunisino

Qui invece trovate uno storico del cambio negli ultimi mesi.
Questo grafico, fonte www.cambioeuro.it, mostra l’andamento del cambio negli ultimi mesi.
Un simile andamento altalenante ha causato parecchi aumenti di prezzi al consumo.
Chi incassa Euro resta in posizione vantaggiosa.
Tuttavia, alcuni prezzi hanno subito un’impennata ben maggiore della svalutazione!
A fronte di una perdita del Dinaro contro Euro del 40%, (su base 2019-2020), molti prodotti importati sono all’incirca raddoppiati.
La politica protezionistica della Tunisia condiziona le importazioni.
Purtroppo, questo non sembra sortire effetti sulla stabilità monetaria.
Invece, influisce in modo rilevante sui prezzi dei prodotti stranieri.
Tuttavia, il problema maggiore, soprattutto per i tunisini, si presenta sui prodotti di largo consumo.
L’inflazione è valutabile tra il 20 ed il 40%, a fronte di retribuzioni pressoché invariate.
Iniziano a manifestarsi alcune conseguenze a livello sociale.
Ultimamente , gli scioperi e la nascita di movimenti anti governativi sono indicatori di una insoddisfazione diffusa.

Previsioni nel medio termine

Le previsioni che riguardano il cambio Euro – Dinaro Tunisino, nei prossimi mesi, sono decisamente incerte.
Al momento attuale, la Tunisia potrebbe scontare la difficoltà di formare un nuovo governo, dopo le elezioni d’autunno.
Oltre all’inflazione, una certa penuria per il mercato interno si è determinata a causa dell’aumento delle esportazioni.
Prodotti come l’olio, il vino, i lattiero – caseari e alcune varietà di ortofrutticoli potrebbero scarseggiare.
In parte questo si sta già verificando, specialmente per i derivati del latte.
Un altro settore che sta fortemente risentendo dell’aumento dell’esportazione è quello dei medicinali.
Grazie ai controlli più blandi che in Europa, molte lavorazioni inquinanti di medicinali e coloranti si svolgono in Tunisia.
Il basso costo della mano d’opera fa il resto.
La conseguenza è un basso prezzo che alletta i mercati esteri e sguarnisce quello interno.

Insomma, non è tutto oro quel che luccica!

In definitiva, che il cambio Euro – Dinaro Tunisino sia favorevole per coloro che percepiscono la valuta europea, è vero solo in parte.
La maggior parte dei prodotti sono ancora molto convenienti, ma i prezzi stanno aumentando in modo rilevante.
Facciamoci bene i conti: ritrovarsi sempre più Dinari in tasca non è poi questo grande affare!

2 pensieri riguardo “Il cambio Euro – Dinaro Tunisino

  • 27 Novembre 2019 in 15:07
    Permalink

    buongiorno. sono un portatore di disabilita’ al 100% sono 9 anni che ho avuto un ictus, oramai superato. ( oggi ho 63 anni )
    mi muovo con la stampella e vado bene. ho tanta voglia di venire in tunisia.
    ma ci sono delle domande che sono le seguenti:
    la sanita’ funziona bene ( parlo della sanita’ privata.)
    prendo 8 pastiglie al giorno di cui 6 le passa la mutua ( 2 le piu’ care me le devo comprare io )
    la patente di guida la devo rinnovare ogni 2 anni ( vale la stessa cosa in tunisia )
    la pensione che prendo ha validita’ ( dopo aver fatto le 3 visite periodiche che attestano che la stessa
    e’ passata da provvisoria a definitiva.
    la ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • 27 Novembre 2019 in 16:29
      Permalink

      Grazie per il commento.
      Bisognerebbe capire bene di che categoria di pensione si tratta, ci sono pensioni di invalidità non esportabili dall’Italia.
      Inoltre, risiedendo in Tunisia, perde senz’altro l’assistenza mutualistica in Italia.
      L’unica possibilità sarebbe non trasferire le residenza, continuando a percepire la pensione in Italia e senza defiscalizzare.
      Tuttavia, sarebbe meglio contattare il nostro servizio legale.
      Se vuole inviare una email privata QUI, posso metterla in contatto.
      Cordiali saluti.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *